Lasciare il segno

Percorsi di integrazione attraverso il fumetto

Cosa?

Lasciare il segno è un progetto rivolto ai giovani artisti del territorio Milanese di età compresa tra i 18 e i 35 anni, interessati ad affrontare con la propria arte i temi del contrasto al razzismo e alla xenofobia, con particolare attenzione per l’area Mediterranea attraverso laboratori artistici di fumetto sul tema delle migrazioni.

Lasciare il segno è un progetto realizzato, con il contributo del Comune di Milano, dall’associazione internazionale BJCEM-Biennale des jeunes créateurs de l’Europe et de la Méditerranée e dall’associazione Africa e Mediterraneo.

Gli obiettivi sono quelli di:

  • Incoraggiare il dialogo interculturale e promuovere una cultura antirazzista tra le giovani generazioni di studenti Milanesi, con particolare attenzione alle scuole di istruzione secondaria;
  • accrescere la coscienza e la conoscenza critica dei giovani sul fenomeno delle migrazioni e sul diritto d’asilo, in relazione al particolare fenomeno migratorio che sta vivendo l’Italia in questi ultimi anni;
  • promuovere l’emersione di giovani artisti interessati ad affrontare i temi del contrasto al razzismo e alle discriminazioni attraverso la disciplina artistica del fumetto, offendo loro opportunità di sviluppo per la propria carriera.

Come?

La prima fase prevede un percorso laboratoriale di fumetto per studenti delle scuole superiori di Milano per riflettere, comprendere e interrogarsi sulla realtà dell’immigrazione oggi in Italia e in Europa. I laboratori sono guidati da un fumettista e da un’operatrice interculturale e lavoro si conclude con la realizzazione tavole originali.

La seconda fase prevede un laboratorio extrascolastico, rivolto a giovani artisti del territorio Milanese under-35. La metodologia applicata è la stessa, gli obiettivi sono la sensibilizzazione sui temi indicati, e la formazione di giovani illustratori che possano utilizzare il proprio talento per lanciare un messaggio a contrasto di razzismo e xenofobia, con particolare attenzione per l’area Mediterranea.

La terza fase è l’organizzazione di una presentazione pubblica dei risultati del progetto, presso la Fabbrica Del Vapore di Milano, con, a margine, l’organizzazione di una mostra con le opere realizzate nel corso dei laboratori e un dibattito sui temi del progetto.

Il progetto e le opere più apprezzate saranno successivamente presentate nel corso di un evento internazionale, che si svolgerà nel 2019 a Nottingham, promosso dal socio BJCEM UK Young Artists (UKYA), ente molto attivo per la promozione dell’arte contemporanea nel Regno Unito, che festeggerà i dieci anni dalla propria fondazione, organizzando una rassegna dedicata alla promozione della creatività giovanile.