11 gennaio 2011

28/11/2010- 13/03/2011- Breaking News. Fotografia contemporanea da Medio Oriente e Africa a Modena

postEvento: Breaking News. Fotografia contemporanea da Medio Oriente e Africa.

Dove: ex Ospedale Sant’Agostino, Largo Porta Sant’Agostino 228, Modena.

Quando: Dal 28 novembre 2010 al 13 marzo 2011.

Informazioni: Segnaliamo l’interessante rassegna internazionale di fotografia contemporanea, film e video d’artista che sarà aperta al pubblico fino al 13 marzo 2011 nel comune di Modena. Breaking News è il titolo di questa nuova selezione di opere provenienti da Medio Oriente e Africa, e allude ai contenuti e ai temi indagati dagli artisti che ora entrano a far parte della collezione internazionale di fotografia contemporanea della Fondazione Cassa di Risparmio di Modena.

Curata da Filippo Maggia, tale collezione ha quale oggetto di indagine la scena artistica contemporanea di Medio Oriente e Africa, analizzata attraverso varie opere fotografiche e video di ben 21 artisti, provenienti da 12 diversi Paesi.

L’attenzione è, dunque, rivolta a una vasta area geografica, profondamente segnata da molteplici contraddizioni e al contempo ricca di una forza straordinaria. Mediante svariate voci creative, è possibile indagare non solo sul tormentato passato dell’Africa, bensì anche sulle varie problematiche contemporanee che l’affliggono, sia a livello locale sia globale. I diversi artisti, infatti, si concentrano maggiormente sulle attuali questioni emergenti del Paese, tra i quali una fortissima disgregazione sociale e nuove forme di classismo.

Anche il Medio Oriente vanta oggi una ricca scena artistica, capace di esprimere l’articolato quadro politico, sociale e religioso della società contemporanea, persino i difficili contesti in cui la libertà di espressione non è tutelata. Uno dei temi più ricorrenti in queste opere è indubbiamente il conflitto arabo-israeliano e le sue conseguenti implicazioni sociali e umane; il tutto esplorato con occhi diversi.

Pertanto, vale la pena visitare tale mostra, la quale, presentandosi come un lungo viaggio dall’Iran alla Palestina, dal Marocco fino al Sudafrica, offre uno sguardo approfondito su questa parte del mondo, ridefinendone le identità e il complicato rapporto con l’Occidente.

L’elenco degli artisti selezionati include: Philip Kwame Apagya (Ghana), Yto Barrada (Francia/Marocco), Yael Bartana (Israele), Taysir Batniji (Palestina), Jodi Bieber (Sudafrica), Mounir Fatmi (Marocco), Samuel Fosso (Camerun), David Goldblatt (Sudafrica), Bob Gosani (Sudafrica), Pieter Hugo (Sudafrica), Goddy Leye (Camerun), Daniel Naudé (Sudafrica), Cedric Nunn (Sudafrica), George Osodi (Nigeria), Hrair Sarkissian (Siria), Wael Shawky (Egitto), Ahlam Shibli (Palestina), Mikhael Subotzky (Sudafrica), Jinoos Taghizadeh (Iran), Guy Tillim (Sudafrica), Akram Zaatari (Libano).

[George Osodi, Ogoni Boy, 2007, Fondazione Cassa di Risparmio di Modena]

Trackback url: http://www.africaemediterraneo.it/blog/index.php/28112010-13032011-breaking-news-fotografia-contemporanea-da-medio-oriente-e-africa/trackback/

09 dicembre 2010

DevDays 2010: la fiera dello sviluppo- 6/7 dicembre – Square Meeting Center, Bruxelles

L’associazione Africa e Mediterraneo ha partecipato alla quinta edizione dei DevDays, che hanno avuto luogo allo Square Meeting Center di Bruxelles, un nuovo luogo di incontro in un’ambientazione ultra moderna nel pieno centro di Bruxelles.

Uno spazio per tessere relazioni e scambiare esperienze, condividere progetti e idee sul mondo dello sviluppo e della cooperazione.

Numerose le presenze di vari enti, associazioni e attori che operano nel settore, con i loro stand e le loro brochure, pronti a spiegare i loro obiettivi, le loro azioni e le loro visioni della cooperazione allo sviluppo.

Molti i relatori delle più importanti realtà della cooperazione allo sviluppo, rappresentanze politiche, delegazioni che hanno tenuto conferenze.

Non sono mancate presenze scomode, che sono state contestate, come Paul Kagame, presidente del Rwanda.
Presente anche Jacques Chirac, ex presidente della Francia che ha presentato la sua Fondazione nella forse più attesa conferenza dell’evento.

Nel Development village, area adibita agli stand delle organizzazioni, era esposta la mostra dei giovani fotografi che hanno partecipato all’ACP Photo Competition Award, iniziativa della rivista The Courier ACP-EU organizzata concretamente da coop. Lai-momo. Obiettivo del premio promuovere giovani artisti dei paesi ACP (Africa, Caraibi e Pacifico) e dove Africa e Mediterraneo ha offerto la metà del premio per il vincitore, Chris Saunders. Venti delle più belle e interessanti fotografie del concorso facevano da cornice, circondando i divani e tavolini della Lounge Room, la sala dove i partecipanti ai DevDays si concedevano momenti di ristoro, dove si incrociavano parole in ogni lingua, si scambiavano prospettive diverse e si costruivano nuove relazioni lavorative e nuovi progetti.

L’unico dubbio che viene in mente in un evento come questo è sempre lo stesso… una certo stile da “fiera campionaria”, che forse si addice poco al mondo della cooperazione allo sviluppo. Se si considera il mondo “bruxellese” dei consulenti e delle società prestatrici di servizi che si aggiudicano piccoli o grandi appalti relativi allo sviluppo, l’impressione è di essere davanti a una delle facce del grande mercato economico, dove i DevDays sono una buona “vetrina” per mostrarsi e autocelebrarsi.

Paola Martini

Trackback url: http://www.africaemediterraneo.it/blog/index.php/devdays-2010-la-fiera-dello-sviluppo-6-7-dicembre-%e2%80%93-square-meeting-center-bruxelles/trackback/

23 novembre 2010

23/11/2010- Mostra fotografica: “Fortuna, vieni da me!” a Bolzano

melilloEvento: Fortuna, vieni da me! – La comunità cinese in Alto Adige.

Dove: Sala Giuliani, Teatro Cristallo, Bolzano.

Quando: Dal 23 novembre al 3 dicembre 2010.

Informazioni: Il Dipartimento Cultura italiana in collaborazione con l’Associazione Cristallo di Bolzano presentano la mostra fotografica dal titolo “Fortuna, vieni da me! – La comunità cinese in Alto Adige” del giovane fotografo brissinese Giovanni Melillo.

L’esposizione nasce nell’ambito dell’iniziativa “Sulle orme di Ulisse – Marco Polo” e utilizza la fotografia come strumento per la ricerca visuale ai fini di una mediazione interculturale. La mostra di Giovanni Melillo rappresenta quindi le connessioni e vuole promuovere lo sviluppo di conoscenze tra la comunità altoaetisina e quella cinese. Info.

Trackback url: http://www.africaemediterraneo.it/blog/index.php/23112010-mostra-fotografica-fortuna-vieni-da-me-a-bolzano/trackback/