09 ottobre 2018

Alla Buchmesse si riscopre l’editoria africana

Si rinnova uno degli appuntamenti più attesi nel mondo dell’editoria: dal 10 al 14 ottobre 2018 a Francoforte si terrà la Fiera del Libro, internazionalmente nota con il nome tedesco di Buchmesse. Sessantanove anni di storia (la prima fiera si tenne nel 1949), oltre 300mila visitatori ogni anno e ben 9mila espositori da oltre cento paesi diversi, che propongono le più significative novità editoriali, rendendola una tappa obbligata per appassionati e addetti al settore. Suddivisa in padiglioni e aree tematiche, per provenienza geografica o genere letterario, la Fiera del Libro di Francoforte quest’anno vedrà la presenza anche del padiglione 5.1 interamente dedicato all’editoria e alla letteratura africana: il ricchissimo programma “Lettres d’Afrique: changing the narrative”, di cui Africa e Mediterraneo è media partner, è organizzato sotto la supervisione del ricercatore Raphaël Thierry per conto dell’associazione Agence Culturelle Africaine (ACA), e animerà le quattro giornate con dibattiti, incontri e seminari con editori ed esperti delle varie aree dell’Africa presenti in Fiera.

23

L’intento di questa iniziativa non è soltanto focalizzarsi su un continente la cui produzione editoriale prova faticosamente ad emergere, ma portare avanti una volontà di interconnessione e collaborazione a livello internazionale, e quindi un «connective space», come sottolinea Raphaël Thierry, che sia motore di nuove prospettive interculturali. La sfida è andare in direzione di una bibliodiversità, che privilegi la pluralità delle forme letterarie ed editoriali, grazie in particolare agli editori indipendenti. Saranno presenti, infatti, organizzazioni internazionali come African Books Collective, Afrilivres e African Publishers Network, che rappresentano a loro volta altre differenti case editrici in movimento. I temi di discussione proposti da questo programma sono svariati e spaziano da argomenti di interesse storico e sociale a questioni economiche di e-commerce, modelli di business e industria editoriale, e a riflessioni sul fumetto africano (sarà presentato anche il nostro archivio digitale www.africacomics.net), sull’editoria per i bambini e su significativi premi e riconoscimenti letterari africani.

3

Saranno inoltre esposti libri originali e di grande valore culturale per dare maggiore visibilità al lavoro degli editori africani e per trovare nuove opportunità d’investimento nel mercato editoriale mondiale.
Al di là della funzione di networking tra operatori culturali delle diverse aree dell’Africa e il mercato editoriale internazionale, il significato profondo di Lettres d’Afrique, risiede nel tentativo di creare una narrativa nuova della produzione libraria del continente o, meglio, una pluralità delle forme narrative che non sono mai complete in se stesse, ma in continua evoluzione verso orizzonti interculturali aperti, che mutano continuamente in direzione della contaminazione e dell’arricchimento delle conoscenze.

Trackback url: http://www.africaemediterraneo.it/blog/index.php/alla-buchmesse-si-riscopre-leditoria-africana/trackback/

01 agosto 2018

Si chiama linciaggio

DU07-tav_1Sabato notte ad Aprilia è successo un fatto gravissimo: un cittadino marocchino di 43 anni è stato inseguito in auto da alcune persone che lo ritenevano un ladro. Uscito violentemente di strada con l’auto sulla quale fuggiva, è stato da queste non soccorso ma ancora rincorso e picchiato ed è morto (non si sa ancora se per l’incidente o per le percosse). I carabinieri stanno ancora indagando, ma da video di sorveglianza e testimonianze – e, sembra, anche ammissioni – sembra si sia trattato proprio di un linciaggio.
Ritroviamo qui, nell’Italia di oggi, una situazione che abbiamo visto narrare tante volte nel fumetto d’autore africano. Nel nostro concorso Africa Comics avevamo inserito una sezione tematica dedicata ai diritti umani. Tra le numerose storie arrivate dagli autori africani di fumetto, ricorreva spesso il racconto dell’uccisione di un ladro da parte della folla, sentito evidentemente come problema fondamentale di violazione dei diritti umani nei diversi paesi del continente. Gli inseguitori che gridano “ladro, ladro” in un mercato di città, la paura, il terrore della persona che fugge, la fine violenta senza che nessuno la difenda, la soddisfazione della folla che pensa di avere agito secondo giustizia.

Pubblichiamo qui una di queste storie, del camerunese Georges Pondy, autore di grande talento:
http://www.africacomics.net/comics/au-voleur-au-voleur/

 

Trackback url: http://www.africaemediterraneo.it/blog/index.php/si-chiama-linciaggio/trackback/

18 maggio 2015

Ed ecco a voi i vincitori di Africa Comics!

Come è noto, sono le donne che lavorano per mandare avanti la famiglia nell’Africa rurale. Ma ogni tanto si arrabbiano e pretendono un po’ di iniziativa da parte dei loro “meditativi” mariti… e allora succede che questi, puntando più sull’ingegno che sul lavoro concreto, riescono occasionalmente a portare a casa qualcosa. E’ la filosofia di base del fumetto Pour une histoire de plantain, di Ngande Djialeu Martial, fumettista camerunese che ha vinto la categoria Cibo e sovranità alimentare del premio Africa e Mediterraneo per il migliore fumetto inedito di autore africano. Con amaro sarcasmo ci vengono presentate miseria, cattiveria (evidenziata dal tratto caricaturale del disegno) e capacità di “se débrouiller” in un processo che non apre nessuna speranza per uno sviluppo concreto.

Pour une histoire de plantain

 

Un’ironia leggera dà il tono giusto alla storia vincitrice della categoria Internet e social network in Africa, Rentrer chez moi di Anthony Kokouvi Dodjivi, fumettista togolese. L’irresponsabile e ambizioso Kokou ogni giorno affronta in bicicletta i 47 chilometri che lo separano dal cybercafé in città, dove naviga ore cercando di “accalappiare” una “bianca” per una relazione che può risolvere tutti i suoi problemi. Un bel giorno una “abbocca”, ma quando si presenta al villaggio di persona si rivela essere una futura sposina non proprio giovane e fresca…

Rentrer chez moi

Per la categoria Soggetto Libero, la giuria ha eletto vincitore il fumetto Soulèvement di Rais Brahim, fumettista e insegnante d’arte marocchino, narrazione costruita senza parole ma con immagini evocative e fortemente simboliche, delineate con tratto leggero e frammentato, in cui si può riconoscere l’origine della primavera araba, con il sacrificio dell’ambulante Mohammad Bouazizi a Sidi Bouziz.

Soulèvement

Una giuria internazionale, composta da Sandra Federici di Africa e Mediterraneo, Christophe Ngalle Edimo, Adjim Danngar, Al’Mata dell’associazione L’Afrique Dessinée, Andrea Artusi della Sergio Bonelli Editore, e Alessandro Girola del United Nations Alliance of Civilisations, ha valutato e selezionato i 3 vincitori di questa edizione del concorso Africa Comics, iniziato nel 2002 e che ha ricevuto più di 600 storie da 25 Paesi Africani nel corso degli anni. Il premio ha monitorato e fatto venire alla luce talenti più o meno giovani, consegnando al pubblico ogni due anni una antologia in cui emergono nuovi stili, storie, tecniche, ma soprattutto le personalità degli autori, alcuni dei quali hanno confermato le scelte delle giurie affermandosi in seguito nel fumetto internazionale.

Comunicato stampa

Communiqué de presse

Trackback url: http://www.africaemediterraneo.it/blog/index.php/ed-ecco-a-voi-i-vincitori-di-africa-comics/trackback/

08 ottobre 2013

Inizia oggi il Festival Internazionale del Fumetto di Algeri

Il fumetto africano, o meglio l’identità africana dei fumetti ha una storia relativamente recente. Fino all’Ottocento i fumetti che si ritrovavano nelle colonie in Africa provenivano prevalentemente dai paesi colonizzatori, come la Francia. Ciò nonostante, il fumetto africano oggi non può essere ridotto alla semplice colonizzazione culturale da parte di paesi occidentali, nonostante ci sia come dappertutto uno scambio e un interesse per il fumetto europeo (Gulp!… un fumetto africano? di Massimo Repetti).

A dimostrazione di una sempre maggiore vitalità nella scena del fumetto africano, segnaliamo il Festival International de la Bande Dessinée d’Alger, giunto quest’anno alla sua sesta edizione. Il festival è aperto ad artisti di tutto il mondo ma costituisce attualmente una vetrina molto importante per gli autori africani. Tra gli artisti selezionati per il concorso legato al festival troviamo 13 autori che in passato hanno partecipato ad Africa Comics, il progetto di Africa e Mediterraneo per la promozione e la diffusione del lavoro dei fumettisti africani in Europa.

Congratulazioni a:

Benjamin Kouadio

Ndrematoa

Japhet Miagotar

Albert Tshisuaka

Al’Mata

Aimé Guigma

Kaboré Timpousga

Landry Kamdem

Jérémie Nsingi

Joshua Okoromodeke

Didier Viodé

Kokouvi D. Anthony

Asimba Bathy

Trackback url: http://www.africaemediterraneo.it/blog/index.php/inizia-oggi-il-festival-internazionale-del-fumetto-di-algeri/trackback/

15 novembre 2012

“Africa Comics: viaggio nel fumetto africano tra realtà e fantasia”: si conclude la mostra di Africa Comics a Lodi

La mostra “Africa Comics: viaggio nel fumetto africano tra realtà e fantasia” presso il salone della Banca Popolare di Lodi a Sant’ Angelo Lodigiano, organizzata in collaborazione con la Onlus Africa Chiama, si è conclusa il 24 ottobre scorso. La mostra ha riscosso molto successo tra il pubblico locale che numeroso si è voluto affacciare al mondo africano attraverso la creatività di alcuni dei suoi artisti più incisivi. Èstata poi molto interessante e stimolante la partecipazione di ben 24 classi tra asilo nido, scuole elementari e scuole medie. I giovani ragazzi hanno letto e commentato le tavole esposte assieme alle insegnanti e alle operatrici delle scuole coinvolte. Le insegnanti hanno accompagnato i ragazzi nel percorso espositivo della mostra, proponendo spunti di riflessione a partire dalle storie raccontate dai fumettisti africani, facendo emergere differenze e punti in comune tra realtà solo apparentemente molto lontane tra di loro.

Trackback url: http://www.africaemediterraneo.it/blog/index.php/africa-comics-viaggio-nel-fumetto-africano-tra-realta-e-fantasia/trackback/

19 ottobre 2012

“Africa Comics: viaggio nel fumetto africano tra realtà e fantasia”: la nuova mostra di Africa Comics in provincia di Lodi

in: Fumetto

Mostra Africa Comics LodiAfrica e Mediterraneo ha inaugurato venerdì scorso la mostra “Africa Comics: viaggio nel fumetto africano tra realtà e fantasia” presso il salone della Banca Popolare di Lodi a Sant’Angelo Lodigiano. Organizzata in collaborazione con la Onlus Africa Chiama, rimarrà aperta al pubblico fino al 24 di ottobre. La mostra è composta da cinque sezioni differenti: soggetto libero, povertà, sport, diritti umani e migrazione. Ogni sezione presenta originali e interessanti interpretazioni di alcuni dei più vivaci e creativi fumettisti africani, tra i quali troviamo Roberto Millan (Sud Africa), Popa Matumula (Tanzania), Miagotar Japhet (Cameroun), Badik’Art (Rep. Dem del Congo), DWA (Madagascar), Lamine Dieme (Senegal) e molti altri ancora. Gli artisti ci accompagnano in un percorso fatto di avventure fantastiche ed episodi di vita quotidiana, paure e incertezze, speranze e momenti di gioia, mostrandoci un continente in continuo e rapido fermento creativo. In occasione della mostra, saranno inoltre organizzati momenti di accompagnamento laboratoriale per bambini delle scuole elementari della Provincia.

COSA: mostra “Africa Comics: viaggio nel fumetto africano tra realtà e fantasia”

DOVE: salone della Banca Popolare di Lodi, filiale di Sant’Angelo Lodigiano – via mazzini, Sant’Angelo Lodigiano (LODI)

QUANDO: fino al 24 ottobre 2012 con I seguenti orari 9:00 – 12:00 / 15:00 – 18:00

Trackback url: http://www.africaemediterraneo.it/blog/index.php/africa-comics-lodi/trackback/

21 giugno 2012

Sesta Edizione del Premio Africa e Mediterraneo per il migliore fumetto inedito di autore africano 2011-2013

in: Fumetto

Di Boureima Nabaloum, Le citoyen

L’associazione Africa e Mediterraneo comunica ufficialmente l’avvio della sesta edizione del Premio Africa e Mediterraneo per il miglior fumetto inedito di autore africano 2011-2013.

La scadenza per la presentazione delle opere è prevista per il 15 novembre 2012.

Il premio giunto alla sua sesta edizione si rivolge a fumettisti africani che vivono in Africa o nel resto del mondo e che attraverso la tecnica del fumetto vogliono raccontare storie, disegnare le condizioni di vita in Africa, denunciare la mancanza di diritti, descrivere le condizioni dell’immigrazione o liberare la propria fantasia e creatività.

Il premio si divide in tre sezioni:

- Fumetto su cibo e sovranità alimentare;

- Fumetto su Internet e Social network in Africa;

- Fumetto soggetto libero.

La sezione “cibo e sovranità alimentare” accoglierà fumetti legati ai concetti di diversità alimentare e sicurezza nutrizionale, all’agricoltura sostenibile, così come spunti di riflessione sulle principali tematiche ambientali, come il risparmio energetico, il problema delle risorse idriche e l’impoverimento delle risorse naturali; la sezione “Internet e Social network in Africa” comprende fumetti legati allo sviluppo delle nuove tecnologie di comunicazione e della loro diffusione nella società contemporanea, soprattutto in relazione al ruolo chiave assunto dai social network (facebook, twitter, youtube) e al legame tra questi e le nuove forme di partecipazione giovanile (basti pensare alle azioni di protesta nella “primavera araba” o alla diffusione delle informazioni sia all’interno che all’esterno dei paesi); “soggetto libero” riguarda fumetti con soggetto a libera scelta dell’autore.

Le opere in originale dovranno pervenire all’associazione entro il 15 novembre 2012, in formato cartaceo via posta ordinaria, corredata dal modulo d’iscrizione scaricabile insieme al regolamento completo su www.africacomics.net.

Il Premio Africa e Mediterraneo è finanziato dalla Regione Piemonte - Africa Comics 2011-2013 – det. Dir. N. 51 del 20 gennaio 2012

Sponsorizzato da by design srl

Per maggiori informazioni www.africacomics.net

Trackback url: http://www.africaemediterraneo.it/blog/index.php/premio-2011-2013/trackback/

26 maggio 2011

1 giugno 2011: inaugurazione a Vercelli della mostra Africa Comics

Mercoledì 1° giugno 2011 alle ore 12:00 inaugureremo a Vercelli, presso il Liceo Scientifico Statale Amedeo Avogadro, la mostra con le migliori opere del Premio Africa e Mediterraneo per il miglior fumetto inedito di autore africano 2009-2010.

La quinta edizione del Premio ha raccolto una grande partecipazione degli artisti africani con 71 artisti, provenienti da 27 paesi per un totale di 108 storie pervenute.

Fumetti a tema libero”, “Povertà” e “Sport” sono i tre percorsi attraverso i quali lo spettatore potrà esplorare le tecniche e la creatività degli autori immergendosi nelle storie da essi raccontate: interpretazioni ironiche della storia passata e presente dell’Africa, denunce della vergogna senza scuse della povertà, storie di successi e sconfitte nello sport.

La mostra ci consente di proporre al pubblico una panoramica del fumetto africano, dai talenti emergenti ai professionisti, raggiunti grazie all’opera di diffusione del bando da parte di media africani, di istituzioni internazionali, delle associazioni di fumettisti e soprattutto degli autori stessi, attraverso il passaparola.

Durante l’inaugurazione interverranno:

Marta Meloni, coordinatrice progetto Africa Comics

Alessia Rosa, coordinatrice progetti scuola Piemonte Africa e Mediterraneo

Il progetto Africa Comics è realizzato dall’associazione Africa e Mediterraneo con il contributo di Regione PiemonteDeterminazione n. 1386/2010 e della Regione Emilia Romagna.

Trackback url: http://www.africaemediterraneo.it/blog/index.php/1-giugno-2011-inaugurazione-a-vercelli-della-mostra-africa-comics/trackback/

02 maggio 2011

3-7 maggio 2011, Procida: strisce e giornate di studio su comunicazione e graphic novel

Si svolgeranno dal 3 al 7 maggio a Procida, nella sede del Conservatorio delle Orfane in Terra Murata, le giornate di studio dedicate a Comunicazione e Graphic Novel dal titolo “Un ambiente fatto a strisce: alla conquista delle coscienze dei più giovani”. Alle giornate, organizzate dall’Università degli Studi di Napoli L’Orientale all’interno del progetto OASI, parteciperanno anche Sandra Federici, di Africa e Mediterraneo e coordinatrice di “Africa Comics”, che parlerà di questo progetto e dell’Africa contemporanea raccontata dai suoi fumettisti, ed anche Pat Masioni, vincitore della prima edizione del Premio Africa e Mediterraneo per il miglior fumetto inedito di autore africano e autore di Rwanda 94 (Glénat) e di un episodio di The Unknown Soldier (Vertigo/DC Comics). La partecipazione alle giornate è libera, per iscriversi o ricevere maggiori informazioni scrivere a: oasi@unior.it oppure albertomanco@unior.it.
Clicca qui per il programma completo dell’iniziativa.

Trackback url: http://www.africaemediterraneo.it/blog/index.php/3-7-maggio-2011-procida-un-ambiente-fatto-a-strisce-giornate-di-studio-su-comunicazione-e-graphic-novel/trackback/